• $15.99

Publisher Description

A partire dal 1995 John R. Searle ha elaborato quella che oggi è probabilmente la più influente teoria filosofica della società.
Un’ontologia sociale che si propone di delineare la struttura di fondo delle istituzioni umane, e che in questo libro viene presa in esame dal punto di vista dell’antropologia culturale.
Lontana sia dal soggettivismo dei postmoderni che dal riduzionismo dei sociobiologi, questa ontologia sociale va inquadrata all’interno di una riflessione ambiziosamente sistematica.
Un complesso percorso compiuto da Searle attraverso la filosofia del linguaggio, della mente, dell’azione e della società, a stretto contatto con gli sviluppi della ricerca in campi estremamente dinamici come le neuroscienze o l’evoluzionismo.
In un momento storico in cui alcuni caratteri distintivi dell’antropologia – a cominciare dalla dicotomia tra società moderne e tradizionali – sembrano sfumare, il confronto con l’ontologia sociale rappresenta un’occasione per riflettere su alcuni punti chiave dell’epistemologia delle scienze sociali e aggiornare la stessa nozione di cultura.

GENRE
Non-Fiction
RELEASED
2017
10 May
LANGUAGE
IT
Italian
LENGTH
256
Pages
PUBLISHER
Rosenberg & Sellier
SELLER
DigitPub srl
SIZE
465.6
KB