• 3,99 €

Beschreibung des Verlags

Il saggio, del 1925, costituisce un’agile ed esaustiva introduzione ai temi dell’estetica di John Dewey, che troveranno sviluppo in Arte come esperienza (1934). I temi fondamentali dell’estetica di Dewey sono: il recupero dell’esperienza nell’arte; l’esteticità diffusa dell’esperienza ordinaria; il valore “vitale” dell’estetico; la relazione tra dimensione cognitiva e dimensione estetica dell’esperienza. Il saggio non offre solo un accesso immediato all’estetica di Dewey – oltre a essere l’unico suo saggio di estetica non disponibile in italiano: una prima traduzione degli anni ’70 è da tempo fuori catalogo – ma è anche il saggio in cui Dewey pone maggiormente l’accento sull’intreccio tra strumentalità dell’agire umano e godimento estetico: ne emerge l’immagine di un soggetto che, mentre trae piacere dall’esperienza che fa, seleziona le competenze necessarie a una più stretta interazione con l’ambiente; parallelamente l’attività artistica è pensata come momento di apprendimento e di costruzione di modelli di conoscenza.

GENRE
Sachbücher
ERSCHIENEN
2019
11. September
SPRACHE
IT
Italienisch
UMFANG
39
Seiten
VERLAG
Mimesis Edizioni
GRÖSSE
389.7
 kB

Mehr Bücher von John Dewey

Andere Bücher in dieser Reihe