• 6,99 €

Descripción de la editorial

Il 30 aprile 1945 dei soldati dell'Armata Rossa entrarono nel bunker di Berlino, dove si era rifugiato lo stato maggiore della Germania nazista. Ma come sarebbe cambiata la storia dell’umanità se quel giorno avessero trovato Adolf Hitler vivo, pronto a essere catturato? Questa è la premessa da cui muove L'ultimo inganno di Hitler. Hitler non è morto nel bunker, è stato catturato dalle forze alleate e il compito di interrogarlo è affidato a Douglas Kelley che, come Hitler, è realmente esistito e ha davvero svolto il ruolo di consulente della CIA. Kelley fu un pioniere della psichiatria applicata ai modelli di indagine e valutazione caratteriale, un esperto di trucchi mentali, e un appassionato di illusionismo e magia.

A partire dall'incontro, immaginario, tra questi due personaggi, reali, Matteo Rampin ha scritto un romanzo avvincente, un continuo gioco di specchi che coinvolge la Russia sovietica, gli USA e il Vaticano. Un libro di fantapolitica capace di appassionare il lettore e di farlo riflettere sulla nostra storia.

GÉNERO
Ficción y literatura
PUBLICADO
2020
2 julio
IDIOMA
IT
Italiano
EXTENSIÓN
587
Páginas
EDITORIAL
HarperCollins
TAMAÑO
3
Mb

Más libros de Matteo Rampin