• 8,49 €

Descripción de la editorial

Un bel libro, molto opportuno nelle temperie del panorama politico-culturale italiano.

Luciano Canfora, “Corriere della Sera”

Si può amare la patria senza essere nazionalisti? Si può, anzi si deve. A scoprire la patria in opposizione all’idea di nazione è uno storico italiano che viene dall’America.
Marcello Veneziani, “Il Messaggero”


Nella letteratura accademica e nel linguaggio comune ‘patriottismo’ e ‘nazionalismo’ sono usati come sinonimi. Eppure i due concetti possono e devono essere distinti. Da Cicerone a Rousseau, da Tommaso d’Aquino a Fichte, da Croce a Habermas, fino a Charles Taylor, storicamente il linguaggio del patriottismo è stato usato per combattere la tirannide, il dispotismo, l’oppressione e la corruzione; il linguaggio del nazionalismo per combattere la contaminazione, l’eterogeneità e l’impurità culturale (o etnica o religiosa) e per soffocare il conflitto politico e sociale. Una riflessione aggiornata sulla validità dell’importante distinzione tra patriottismo e nazionalismo.

GÉNERO
Historia
PUBLICADO
2020
6 febrero
IDIOMA
IT
Italiano
EXTENSIÓN
240
Páginas
EDITORIAL
Editori Laterza
TAMAÑO
2.3
Mb

Más libros de Maurizio Viroli