• 7,99 €

Description de l’éditeur

Con un testo inedito contro i miti della crescita e del “mercato”, per uno stile di vita sobrio e un’economia pubblica

Questo libro - per la prima volta - raccoglie in un corpus organico alcuni “classici” del pensiero di Francesco Gesualdi, studioso, militante e padre del consumo critico in Italia.

È tempo di cambiare il sistema: la crisi ha trascinato nel fango il mito della crescita; più di metà della popolazione mondiale non ha un’esistenza dignitosa. Che cosa fare?

La visione di Gesualdi è nitida: è necessario riorganizzare

in modo complessivo e profondo l’economia e la società, perché le persone e le generazioni future contano più del Pil.

Ribelliamoci alla tirannia del “mercato” che - in nome di occupazione e stabilità - ci condanna a una crescita perpetua. Rifondiamo l’economia pubblica, organizzando il “fai-da-te”e il lavoro comunitario, con l’obiettivo del benvivere di tutti.

Coniughiamo l’impegno politico per cambiare le regole con la coerenza individuale e uno stile di vita più sobrio. Coinvolgiamo i “movimenti” e gli attori dell’economia solidale in una riflessione di “sistema”, per trovare una base comune.

Francesco Gesualdi già allievo di don Milani, coordina il ‘Centro nuovo modello di sviluppo’ di Vecchiano (PI), che dal 1985 analizza gli squilibri internazionali, monitora i comportamenti delle imprese e studia nuove formule economiche sostenibili (www.cnms.it).

È autore, tra gli altri libri, della storica “Guida al consumo critico”, (EMI), di “Sobrietà” e “Le catene del debito” (Feltrinelli). Ha scritto per Altreconomia “Dalla parte sbagliata del mondo”, “L’altra via” e “Facciamo da soli”, da cui sono tratti alcuni testi di questo libro.

GENRE
Politique et actualité
SORTIE
2014
13 février
LANGUE
IT
Italien
LONGUEUR
168
Pages
ÉDITEUR
Altreconomia
TAILLE
2.2
Mo

Plus de livres par Francesco Gesualdi