• 2,99 €

Publisher Description

Nessun intellettuale italiano riuscì a farsi odiare in maniera tanto unanime da destra e da sinistra, dalla Chiesa, dal Partito Comunista, dai benpensanti, dai fascisti e dal movimento studentesco del ’68 come Pier Paolo Pasolini. 

A quasi quarant’anni dalla sua morte, la profondità e l’intelligenza della sua opera non cessano di interrogare la società italiana sulle sue contraddizioni di fondo, mentre il suo assassinio resta uno dei tanti misteri oscuri della Storia del nostro Paese.

GENRE
Biography
RELEASED
2012
February 1
LANGUAGE
IT
Italian
LENGTH
95
Pages
PUBLISHER
LA CASE
SIZE
34
KB

More Books by Cesare Peli