25 aprile. Libertà - Il mito conteso della Resistenza e della Liberazione: Lezioni di Storia

    • 2,7 • 3 valutazioni
    • 1,99 €

    • 1,99 €

Descrizione dell’editore

"Non abbiamo più un popolo, una patria, un bene comune, un comune ideale. Il ricordo della Resistenza non solo è lontano, ma serve di pretesto retorico agli uni e agli altri". Queste parole scriveva il 15 luglio 1950 don Primo Mazzolari, uno dei primi a segnalare il rapido dissolversi dello spirito unitario e patriottico della Resistenza dopo la fine della collaborazione governativa fra democristiani, comunisti, socialisti e gli altri partiti antifascisti; dopo l'inizio della guerra fredda, dopo la vittoria delle elezioni della Democrazia Cristiana del 1948 e dopo l'adesione dell'Italia alla Nato.  

Nel dopoguerra, i diversi partiti cercarono di appropriarsi del mito della Resistenza declinandolo secondo i propri scopi: mito della Resistenza come rivoluzione tradita o incompiuta per il partito comunista; come Resistenza ecumenica armata e disarmata dell'Italia contro il nazifascismo; come movimento patriottico nazionale che i partiti antifascisti volevano porre alla base del nuovo stato democratico repubblicano. 

Oggi, oltre a confermare i valori alla base di quell'evento, dobbiamo sfrondare il mito di tutte le esagerazioni, e tener presenti anche i suoi aspetti negativi. E cercare di confermare che la Resistenza, come il Risorgimento, rappresenta un patrimonio nazionale di valori che andrebbe condiviso da tutti, senza contrapposizioni politiche o ideologiche.

GENERE
Storia
NARRATO DA
EG
Emilio Gentile
LINGUA
IT
Italiano
DURATA
00:29
h min
PUBBLICATO
2019
26 luglio
EDITORE
Emons / Laterza
PRESENTATO DA
Audible.com
DIMENSIONE
24,2
MB

Gli ascoltatori hanno acquistato anche

2019
2019
2019
2019
2019
2019