• 2,99 €

Descrizione dell’editore

La figura e l’opera di Aldo Capitini (Perugia 1899-1968) si sono imposte nella società e nella cultura italiana per la loro radicalità e apertura dagli anni del fascismo fino all’esplosione del ’68: un riferimento imprescindibile per le minoranze determinate ad “aggiungere all’opposizione” una visione altamente religiosa del posto di ciascuno nella natura e nella comunità degli umani. Il filosofo della “non accettazione” del mondo così com’è, il “persuaso” della nonviolenza si è raccontato nel corso di una lunga e feconda esistenza a una vastissima rete di corrispondenti, collaboratori, amici noti (come Walter Binni e Norberto Bobbio, Guido Calogero e Danilo Dolci) e di obiettori e militanti del “ben fare” provocando e sollecitando la loro riflessione e le loro scelte.

GENERE
Professionali e tecnici
PUBBLICATO
2012
14 marzo
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
100
EDITORE
Edizioni dell'Asino
DIMENSIONE
129.3
KB

Altri libri di Aldo Capitini, Goffredo Fofi & Piergiorgio Giacchè