• 6,49 €

Descrizione dell’editore

Non è rimasto più niente. Non esistono più Stati, né governi, né leggi. Gli zombie hanno spazzato via tutto: quelli che un tempo erano uomini e donne, bambini e anziani, sono adesso una caotica e insaziabile orda di non-morti che vaga per l’Europa. All’Apocalisse Z sono sopravvissuti solo in tre. Lucía, Viktor e lui, il giovane avvocato che ha convinto gli altri a salire su una piccola imbarcazione e a rifugiarsi in mare aperto, nella speranza di essere trasportati a ovest dalla corrente. E, dopo settimane passate in balia del vento e dell’oceano Atlantico, accade il miracolo: un’enorme petroliera incrocia la loro rotta, li fa salire a bordo e li conduce sulle rive del Mississippi, a Gulfport, l’unica città degli Stati Uniti risparmiata dalla furia degli zombie. Lì, i tre entrano a far parte di una piccola comunità che resiste strenuamente alla pressione dei non-morti e che – almeno in un primo momento – sembra accogliere a braccia aperte i nuovi arrivati. Tuttavia, col passare dei giorni, Lucía e i suoi compagni si rendono conto che c’è qualcosa di molto strano nei loro «salvatori»: qualcosa di ancora più pericoloso degli zombi da cui sono fuggiti...

GENERE
Narrativa e letteratura
PUBBLICATO
2013
11 luglio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
420
EDITORE
Casa editrice Nord
DIMENSIONE
1,5
MB

Recensioni dei clienti

LucaCiurleo ,

La giusta fine

Avevo letto molte recensioni e questo sembrava un libro-beffa, il classico libro dove si allunga il brodo per far durare il successo letterario.
Invece é un bel volume, che affronta le tematiche alla the walking dead. L'autore è riuscito a nin tirare troppo per le lunghe il racconto.
Forse poteva teatralizzare meglio il lungo scontro finale, che sembra un po' arraffazzonato e scritto velocemente. Nel complesso una buonissima trilogia!

cashcash ,

Semplicemente splendido

...e ne è valsa la pena aspettare tutto sto tempo per leggere il finale...forse il finale é un tantino scontato e paradossale ma che ci posso fare,a me è piaciuto...

Altri libri di Manuel Loureiro

2015