• 8,99 €

Descrizione dell’editore

In un saggio che discute e analizza il nuovo “spirito” dell’economia del nostro tempo, Luigino Bruni spiega in che modo l’ideologia manageriale manipoli e svilisca valori quali stima, riconoscimento, comunità e propone di dare vita a organizzazioni più bio-diversificate, più attente ai valori della persona. Per riconfigurare l’economia e trasformare il mercato in un laboratorio di virtù etiche e civili.
Oggi la dimensione religioso-sacrale del capitalismo ha invaso la politica, la scuola, le imprese e ha reso il lavoro uno strumento per aumentare il consumo idolatrico di beni. Nel capitalismo individualistico la meritocrazia e gli incentivi sono divenuti un dogma e noi siamo soltanto clienti di questa nuova religione. Con un marketing narrativo che enfatizza il merito e non il bisogno, l’ideologia del business è assurta a visione del mondo, della persona, delle relazioni sociali. Vera e propria ideologia globale, la new age aziendale del terzo millennio ha esasperato la natura “spirituale” del denaro, ha cancellato la gratuità e la libertà nei rapporti tra lavoratori e imprese.

GENERE
Scienza e natura
PUBBLICATO
2018
19 settembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
159
EDITORE
Giunti - Slow Food Editore
DIMENSIONE
672.8
KB

Altri libri di Luigino Bruni