• 7,99 €

Descrizione dell’editore

Ci sono onde che arrivano e travolgono per sempre la superficie calma della vita. Succede a Luna, bimba albina dagli occhi così chiari che per vedere ha bisogno dell'immaginazione, eppure ogni giorno sfida il sole della Versilia cercando le mille cose straordinarie che il mare porta a riva per lei. Succede a suo fratello Luca, che solca le onde con il surf rubando il cuore alle ragazze del paese. Succede a Serena, la loro mamma stupenda ma vestita come un soldato, che li ha cresciuti da sola perché la vita le ha insegnato che non è fatta per l'amore. E quando questo tsunami del destino li manda alla deriva, intorno a loro si raccolgono altri naufraghi, strambi e spersi e insieme pieni di vita: ecco Sandro, che ha quarant'anni ma vive ancora con i suoi, e insieme a Marino e Rambo vive di espedienti improvvisandosi supplente al liceo, cercando tesori in spiaggia col metal detector, raccogliendo funghi e pinoli da vendere ai ristoranti del centro. E poi c'è Zot, bimbo misterioso arrivato da Chernobyl con la sua fisarmonica stonata, che parla come un anziano e passa il tempo con Ferro, astioso bagnino in pensione sempre di guardia per respingere l'attacco dei miliardari russi che vogliono comprarsi la Versilia. Luna, Luca, Serena, Sandro, Ferro e Zot, da un lato il mare a perdita d'occhio, dall'altro il profilo aguzzo e boscoso delle Alpi Apuane. Quando il dolore arriva a schiacciarli lì in mezzo, sarà la vita stessa a scuoterli con i suoi prodigi, sarà proprio il mare che misteriosamente comincerà a parlare. E questa armata sbilenca si troverà buttata all'avventura, a stringersi e resistere in un on the road tra leggende antiche, fantasmi del passato, amori impossibili e fantasie a occhi aperti, diventando così una stranissima, splendida famiglia. Fabio Genovesi ha scritto un romanzo traboccante di personaggi e di storie, sospeso come un sogno, amaro ed esilarante, commovente e scatenato come la vita vera. Un romanzo che parla la lingua calda e diretta dei suoi personaggi, che scava dentro esistenze minime e laterali per trovarci un disegno: spesso lo chiamiamo "caso", ma la sua magia è così scintillante che per non vederla bisogna proprio tenere gli occhi stretti.

GENERE
Narrativa e letteratura
PUBBLICATO
2015
3 febbraio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
396
EDITORE
Mondadori
DIMENSIONE
1,1
MB

Recensioni dei clienti

Vadiñha ,

Le onde mandate...

Linguaggio parlato, realistico, internauta; un velo di verismo, miscelato ad un neorealismo contemporaneo. Trasmette bene lo stato d'animo di province antiche, costrette a fare i conti con i nuovi barbari, mercenari del denaro, visto come fine, non come mezzo. Ma la speranza in un riscatto possibile è la giusta risposta.

Vanbog ,

Gradevole

Gradevole, avvincente, pieno di emozioni e di colpi di scena. Però tanti personaggi sono poco sviscerati come si dovrebbe per un racconto basato sull'introspezione psicologica come questo. Serena ad esempio! D'accordo che è fantasia ma un personaggio come Ferro e' al limite del credibile così come arrivare a 40 anni e rendersi conto di essere gay! Secondo me per l'autore c'è ancora molta strada da fare ma la via giusta se c'è coerenza si può dire imboccata.

Franzis22 ,

Bel libro

Libro piacevole da leggere... Nel finale mi sarei aspettata qualcosa di più !!!! Si percepisce quasi una fretta di volerlo terminare ....

Altri libri di Fabio Genovesi