• 5,99 €

Descrizione dell’editore

Il sempre più frequente lavoro quotidiano davanti al computer ci porta spesso ad assumere atteggiamenti corporei non corretti che causano patologie che vanno dal semplice torcicollo all'ernia del disco, e con lo stress emotivo e cronico da lavoro le cose si complicano ancora di più!

Questo libro tratta dunque nella sua prima parte, in maniera divertente ma scientificamente oggettiva, di soluzioni semplici e facilmente attuabili per ristabilire un sano uso del corpo per migliorare la salute introducendo ad un Metodo di educazione somatica conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo, e nella sua seconda parte viene descritto in maniera seriamente allegra quali sono i meccanismi dello stress e perché ci fanno ammalare...

Il tutto raccontato e descritto in stile un po' ironico ma senza dubbio con rigore scientifico da un medico che da lungo tempo si occupa di questo complesso tipo di problematiche.


---------


Capitoli:


Introduzione.

Le Regole del Gioco.

Come va usato questo Libro.

La scuola madre dei vizi.

Canne al vento.

L'aquila e la talpa.

Presa di coscienza.

Cambiare l'ambiente cambiare la vita.


Siamo gazzelle o siamo leoni?

Alcuni concetti importanti.

Un concetto veramente zen: l'allostasi.

La ghiandolona.

Cosa si può fare?...


---------


Tutti i capitoli sono anche accompagnati da molte illustrazioni e diversi disegni originali creati apposta da alcuni artisti.  In fondo un lungo elenco di note ed una bibliografia dedicata aiutano a migliorare la comprensione e ad aumentare l'interesse.


---------


Tratto dall'introduzione della prima parte:  "Se 3.700.000 anni fa, l’altro ieri nella storia dell’Universo, qualcuno avesse detto all’Australopiteco Afarensis mentre correva per una prateria della Tanzania rincorso da una tigre dai denti a sciabola in cerca della cena o mentre s’arrampicava su una rupe dell’altopiano di Hadar per acchiappare un grasso e succulento pipistrello, che un suo pro pro pro pro pro ecc... nipote avrebbe provveduto alla sua sopravvivenza stando seduto dalle 8 alle 10 ore al giorno davanti ad uno schermo e muovendo solo una mano per cliccare su un mouse... probabilmente sgranando gli occhi avrebbe risposto “sgruntam?” che in australopitechese significa “Come, scusa?” Quest’attimo di distrazione, in entrambi i casi, gli sarebbe stato fatale.”


Tratto dall'introduzione della seconda parte:  “Nella nostra società non siamo denutriti, non siamo sterminati da epidemie, non siamo afflitti dai parassiti, viviamo a lungo e ci disfacciamo lentamente. Infatti, la nostra società soffre delle malattie da lento accumulo di danni. Questi malanni, ictus, infarti, tumori, cardiopatie, erano più rari all’inizio del secolo scorso ma il procedere del progresso ha cambiato sia i tipi di malattie sia il modo in cui percepiamo le stesse. La scienza incomincia a mettere l’accento sulle complesse relazioni che intercorrono tra emozioni, sentimenti, biologia, fisiologia, così che si è arrivati a capire che le emozioni incidono in maniera infausta sulla nostra salute. In parole povere lo “stress” ci fa ammalare. Molte delle malattie da accumulo lento sono state messe in relazione con lo stress... Ci sono un sacco di cose stressanti..., il lavoro, le tasse, il traffico, il conto in banca, il mutuo, i rapporti familiari, e chi più ne ha più ne metta; ma cosa pensereste se vi dicessi che questo è solo un modo di ragionare da primati egocentrici?”


---------

GENERE
Salute, mente e corpo
PUBBLICATO
2015
18 aprile
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
102
EDITORE
Fernanda Grossi
DIMENSIONE
5.6
MB

Altri libri di Fernanda Grossi