• 7,99 €

Descrizione dell’editore

«Nella primavera del 1970, quando la rivolta giovanile ormai si era irradiata dal cuore dell’Europa dando vita al decennio della politica e della creatività, del pacifismo e della lotta armata, dell’amore estatico e dell’odio ideologico, la Arnoldo Mondadori editore pubblicò un romanzo in ode di Hitler, ma non se ne accorse nessuno.» Il romanzo si chiamava La distruzione, l’autore Dante Virgili. Franchini comincia ripercorrendo il tormentato iter che portò i funzionari di allora alla decisione di pubblicare l’unica opera apertamente e dichiaratamente nazista della letteratura italiana. Poi ricostruisce, attraverso testimonianze di chi lo conobbe e ricordi personali, la figura di Dante Virgili che fu, senz’altro e per molti aspetti, un piccolo mostro, ma anche uno scrittore potente e visionario, un uomo ferito la cui follia poteva essere così contagiosa che quei funzionari, quali naturalmente non condividevano nessuna delle sue idee, lo aiutarono in tutti i modi, per anni, dentro e fuori dalle cliniche. Tutto perché quel demone potesse scrivere il libro terribile e assoluto che molti si aspettavano da lui. Quel libro arrivò, nel 1991. Si intitolava Metodo della sopravvivenza. Solo che la decisione adesso spettava ad Antonio Franchini, l’autore di questa storia, e lui scelse di non pubblicarlo. "Cronaca della fine" non è solo un’inchiesta su un caso editoriale: è un’opera sul giudizio, sui giudici e le loro debolezze, sui sommersi e i salvati della letteratura, sulle frustrazioni della vita che cercano riscatto nella scrittura o in un gesto estremo, nel fioco lume di misere perversioni o nella luce abbagliante del male assoluto.

GENERE
Narrativa e letteratura
PUBBLICATO
2016
28 luglio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
286
EDITORE
Marsilio
DIMENSIONE
813,7
KB

Altri libri di Antonio Franchini