Il bene e gli altri

Dante e un'etica per il nuovo millennio

    • 6,99 €
    • 6,99 €

Descrizione dell’editore

Come educare oggi un giovane immerso in una cultura che ignora l’umanesimo e i tradizionali veicoli del sapere? In che modo riformulare i dilemmi dell’etica dopo che gli dei hanno abbandonato i nostri cieli? L’“inattuale” Dante – uomo del Medioevo e abitante di un universo ancora stabile – può darci indicazioni preziose attraverso l’ausilio involontario di Simone Weil. La filosofa francese ha scritto: “È bene ciò che dà maggiore realtà agli esseri e alle cose, male ciò che gliela toglie”.
Alla luce di questa intuizione La Porta individua l’idea morale all’origine della Commedia, dove i sette peccati capitali tolgono tutti realtà al prossimo. Così Dante può aiutarci a ridefinire un’etica che non consiste in imperativi categorici ma che ci permette di far esistere il mondo, nella sua inviolabile, corposa, mutevole alterità. E che ci chiede di “ascoltare” gli altri proprio al fine di farli esistere, e di far esistere così anche noi.

GENERE
Saggistica
PUBBLICATO
2018
22 gennaio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
256
EDITORE
Bompiani
DIMENSIONE
566,3
KB

Altri libri di Filippo La Porta

2019
2021
2022
2021
2021
2017