Descrizione dell’editore

Quando nel 1904 sulla rivista Nuova Antologia esce a puntate "Il fu Mattia Pascal", il suo autore, Luigi Pirandello, non è ancora noto al grande pubblico. Sarà proprio quest’opera, destinata a diventare il suo romanzo di maggior successo, a proiettarlo nell’olimpo degli scrittori più influenti del Novecento. La storia del frustrato bibliotecario Mattia Pascal, che approfitta di una fortunosa vincita alla roulette e di un equivoco per fingersi morto e rifarsi una vita, salvo scoprire che nemmeno sotto le nuove spoglie di Adriano Meis riesce a sfuggire alle convenzioni sociali, è paradigmatica. Con le sue riflessioni sulla frantumazione dell’Io segna in maniera indelebile il tema cruciale del secolo breve: la ricerca dell’identità e del suo più profondo significato.

GENERE
Narrativa e letteratura
PUBBLICATO
1904
December 31
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
291
EDITORE
Public Domain
DIMENSIONE
332.9
KB

Recensioni dei clienti

jonnyg37 ,

Piacevole lettura

In alcuni passaggi incantevoli descrizioni dei sentimenti appartenenti all’uomo. Coscienza, ombra, il dare valore a ciò che consideriamo scontato ecc.. sono tra i passaggi che più ho apprezzato. Anche la descrizione dei personaggi, le loro reazioni addirittura l’immagine nitida delle espressioni facciali, favorisco l’immaginazione del lettore e rendo reale il racconto.

a.orpello ,

Coinvolgente e ben scritto

Appassionanti fatti di vita che suscitano curiosità.

Jumbujin ,

Stupendo

Avendo studiato e portato all’esame di maturità, Pirandello è un autore che amo. Libro che ti fa riflettere e ti apre la mente. Ho riso, pianto e gioito con lui. Premio Nobel non dato a caso. Eccezionale

Altri libri di Luigi Pirandello