• 2,99 €

Descrizione dell’editore

Un capolavoro, che mette al centro della sua narrazione un oggetto malefico e magico, con personaggi immortali e di enorme capacità seduttiva, con disegni e tavole che sprigionano un'incontenibile sensualità. Il gioco, un caposaldo della letteratura erotica a fumetti nato per le pagine di "Playman". Quando arrivò nelle librerie italiane negli anni Ottanta, Il gioco divenne un vero e proprio caso di costume nazionale. L'eccezionale qualità artistica del tratto e la formidabile carica erotica, piena di sensualità eppure mai volgare, lo resero immediatamente una lettura popolare e raffinata, oltre che di enorme successo. Manara diede libero sfogo alla sua creatività, inventando una storia fresca e trasgressiva in cui la bellissima Claudia Cristiani si trova preda di raptus sessuali ed esibizionistici a causa di un misterioso marchingegno che, una volta azionato, ne scatena le fantasie erotiche a prescindere dalla sua volontà. Ma sono la bellezza del disegno e la capacità di ritmo narrativo che catturano l'attenzione del lettore, facendo di ogni episodio un evento editoriale. NUOVO FORMATO: da oggi puoi leggere Il Gioco di Milo Manara una vignetta alla volta, anche su schermi ridotti.

GENERE
Narrativa a fumetti
PUBBLICATO
2012
19 ottobre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
60
EDITORE
Mondadori
DIMENSIONE
58.4
MB

Recensioni dei clienti

Hasta la vista baby. ,

Piacevole sorpresa

Non conoscevo questo fumetto e il personaggio di Claudia Cristiani, e devo dire che mi ha molto ben impressionato. Manara disegna una protagonista con un corpo perfetto, che coinvolge in situazioni di erotismo all'ennesima potenza. Qualche lacuna narrativa, ma ininfluente nella valutazione complessiva. Quello che invece influisce, e non mi permette di votare le cinque stelle, è il prezzo, a mio parere un po' troppo alto. È vero che si tratta di un fumetto eccezionalmente disegnato e di una storia originale, ma direi che sarebbe stato più giusto proporlo a un paio di euro, anziché tre...

Vincenzo R. ,

Troppo corto

Corto e un fin dei conti molto confuso nel finale dell'episodio.

Luca1960 ,

Storia assurda e completamente improbabile

Il fatto che sappia disegnare bene non toglie la completa incapacità di raccontare una storia con un minimo di spessore. I personaggi sono completamente assurdi, il racconto è illogico e lacunoso, l’erotismo è ridicolo e artificioso, la morale del finale è più ottusa di quella di un prete ecc... ma come si fa a raccontare delle caz...simili.

Altri libri di Milo Manara