• 16,99 €

Descrizione dell’editore

I retroscena di come il PSA sia stato trasformato
in un disastro della sanità pubblica, che sta danneggiando milioni di uomini

Ogni anno centinaia di migliaia di uomini si sottopongono a dolorose biopsie per il cancro della prostata e moltissimi subiscono prostatectomie radicali, che spesso danno luogo a conseguenze devastanti come incontinenza, impotenza e trauma psicologico. Ma il fatto sconcertante è che la maggior parte di questi uomini non sarebbe mai morta per una forma tanto comune di cancro, che spesso cresce così lentamente da non fare danno. Come siamo arrivati a un tale eccesso di esami clinici e di interventi chirurgici inutili?
Questa è la storia scioccante di come l’uso improprio di un test per il cancro della prostata abbia rovinato sistematicamente la vita di milioni di uomini, derubando il sistema sanitario di risorse preziose, scritta dallo scienziato padre della scoperta che ha portato allo sviluppo del test.
Per la prima volta, medici e vittime denunciano i danni causati dal test e chiedono che si individui un marcatore davvero specifico per i cancri aggressivi. «Il grande inganno sulla prostata» pone domande provocatorie sulla natura del sistema sanitario e sulle terribili conseguenze umane che derivano dalla manipolazione della scienza per vantaggi personali ed economici.

GENERE
Professionali e tecnici
PUBBLICATO
2020
16 aprile
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
296
EDITORE
Raffaello Cortina Editore
DIMENSIONE
2.1
MB

Altri libri di Richard J. Ablin & Ronald Piana