• 7,99 €

Descrizione dell’editore

Il lavoro intellettuale come professione è il titolo scelto da Max Weber per raccogliere i testi di due celebri conferenze, La scienza come professione e La politica come professione, da lui tenute all'Università di Monaco tra il 1917 e il 1919. La riflessione del grande filosofo è incentrata da un lato sulla situazione della Germania uscita disastrosamente dalla Grande Guerra e dall'altro sulla figura e il ruolo dell'intellettuale, scienziato e politico, sui limiti intrinseci delle due discipline e sull'inevitabile conflitto tra la scienza, la cui autorità riposa sul suo essere del tutto avalutativa, e la politica, che nella definizione e nella scelta di gerarchie di valori ai quali la realtà deve adeguarsi trova la propria ragion d'essere. I due testi costituiscono un'opera unica, la cui «grandezza problematica» è ben sottolineata dall'ormai classico saggio di Massimo Cacciari, qui presentato in una versione aggiornata.

GENERE
Saggistica
PUBBLICATO
2018
2 ottobre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
196
EDITORE
Mondadori
DIMENSIONE
766,7
KB

Altri libri di Max Weber