• 2,99 €

Descrizione dell’editore

Nel 1506, a Urbino, gli intellettuali riuniti alla corte della duchessa Elisabetta intavolano una discussione volta a “formar con parole un perfetto cortegiano”. Da questa cornice narrativa prende le mosse Il libro del Cortegiano, la cui prima edizione (1528) fu pubblicata quasi contemporaneamente dai più prestigiosi tipografi del tempo, Manuzio e Giunti, a testimonianza dell’attesa che la circondava. E grande fu la sua fortuna in tutte le corti d’Europa. Fino alla Rivoluzione francese, infatti, essa fu considerata la grammatica della società di corte: la sua ricetta fondamentale era il primato della “grazia” e della “sprezzatura”, ossia il dissimulare lo sforzo per far apparire naturali anche i gesti e i discorsi più ricercati. Per il lettore di oggi, Il libro del Cortegiano ha un pregio in più: fa rivivere la civiltà colta e raffinata delle corti italiane del Cinquecento e ne rivendica l’indiscutibile e inarrivabile supremazia culturale.

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2010
23 dicembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
523
EDITORE
BUR
DIMENSIONE
1.9
MB

Altri libri di Baldassar Castiglione