• 6,99 €

Descrizione dell’editore

Il fenomeno dell’“odio”, pur nell’ambiguità del termine, è ben conosciuto nella storia dell’Europa moderna. Nelle sue varie forme (antisemitismo, razzismi, xenofobia, antigitanismo, islamofobia ecc.) rivela un’avversione e una distanza aggressiva verso chi viene percepito come diverso. L’hate speech,  in particolare, indica il “discorso dell’odio” (non solo parole ma anche immagini o altro) che manifesta sentimenti di rifiuto, astio e malanimo verso singoli o gruppi. Ancora oggi, nella società globale, l’odio è usato nelle sue varie forme come propaganda per colpire il nemico innocente, il gruppo bersaglio, il capro espiatorio, l’avversario politico. A partire dalla storia dell’odio nazionalistico, il libro ricostruisce le caratteristiche del fenomeno, le norme giuridiche e le strategie per affrontarlo, le nuove espressioni dell’hate speech online, che trovano sul web un potente veicolo di diffusione. 

Ieri come oggi, emblematico resta l’antisemitismo, inquietante per la sua carica di ostilità che assume forme – allo stesso tempo - antiche e nuove.

GENERE
Saggistica
PUBBLICATO
2020
14 febbraio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
190
EDITORE
GoWare & Guerini e Associati
DIMENSIONE
2,7
MB

Altri libri di Milena Santerini

2021
2019
2021
2020
2017