• 4,99 €

Descrizione dell’editore

Il libro è una sistemazione storica e polemica della politica interna ed estera degli USA, dagli esiti degli anni di Obama in poi. La presidenza Trump vi trova una definizione inedita, con un’analisi dei successi e delle difficoltà. Trump è il protagonista del libro. L’altro protagonista è la guerra a Trump. Un Trump che non appartiene alla classe politica, che vuole mettere limiti al globalismo e alla tirannia del politicamente corretto, che promette l’America first, è un presidente improbabile contro cui la reazione è feroce. Per i suoi nemici, Trump è un presidente da rimuovere perché egli si oppone al loro controllo della società e della comunicazione. La capacità di Trump di dare voce alla rivolta che arriva da metà America e la reazione che ciò provoca nell’altra metà, sono chiarite con ampiezza di argomenti. Il libro sottopone a verifica i luoghi comuni su Trump, come quelli sull’America. Riferisce realtà sconosciute in Italia e poco note ovunque, come gli attacchi, a opera di influenti centri di potere, all’America tradizionale e riformista, e a chi la rappresenta nei media o nelle università o in politica. L’autore racconta ciò che egli definisce una guerra civile nella società, di cui rivela le manifestazioni estreme e il “tribalismo aggressivo”.
Temi cruciali dell’America attuale (e peraltro anche dell’Europa), come l’immigrazione, il welfare e altre realtà critiche, dalla sanità alla diffusione della droga, dal controllo dei confini alle scelte ambientali, vengono documentati e messi in chiaro. Così come i maggiori temi di politica estera, con particolare attenzione alle crisi riguardo all’Ucraina, all’Iran, alla regione Asia-Pacifico. I riferimenti storici danno prospettiva agli avvenimenti attuali. La società americana, nelle sue diverse realtà geografiche, di reddito e di convivenza quotidiana, scorre davanti agli occhi del lettore. Eventi e sviluppi politici che possono apparire confusi a un pubblico condizionato da ciò che il libro definisce la copertura fuorviante dei media, vengono interpretati con analisi paziente ma sintetica.
Competente, coinvolgente, autorevole, il libro è un faro per il pubblico che voglia navigare vicino ai nodi della politica americana. L’autore si conferma uno dei maggiori esperti italiani di politica USA. Il libro è la poderosa e coerente analisi, proposta con linguaggio trasparente, di un’America tempestosa, e di un mondo ben poco stabile e pacifico.

GENERE
Politica e attualità
PUBBLICATO
2018
10 aprile
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
520
EDITORE
Robin Edizioni
DIMENSIONE
1.9
MB

Altri libri di Claudio Taddei