• 7,99 €

Descrizione dell’editore

Benoît Mandelbrot è stato uno dei più grandi matematici del Novecento: il suo approccio visionario e assolutamente originale alla geometria ha aperto la strada a un intero nuovo filone di ricerca noto come teoria dei frattali. Incurante delle iniziali diffidenze della comunità scientifica, ha dato forma a qualcosa in bilico tra il bidimensionale e il tridimensionale, colpendo l’immaginazione anche dei non matematici. Sempre fedele alla sua natura di spirito libero e anticonformista, ha inseguito per tutta la vita il “sogno kepleriano” di unire conoscenze in campi diversi per arrivare a una svolta epocale nelle scienze, realizzando quello che per secoli è stato un sogno vano: misurare l’irregolarità della natura. Questo suo ultimo libro è la riflessione finale, sincera e definitiva su un percorso intellettuale per molte ragioni straordinario, ed è però soprattutto il messaggio di indipendenza e di libertà intellettuale di un “ribelle” che ha proceduto caparbiamente in una direzione diversa da quella degli altri per tutta la vita.

GENERE
Biografie e memorie
PUBBLICATO
2014
23 aprile
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
364
EDITORE
Rizzoli
DIMENSIONE
7.6
MB

Altri libri di Benoit B. Mandelbrot