• 7,99 €

Descrizione dell’editore

Il primo grande pentito di mafia traccia un bilancio desolante dello stato della lotta alla criminalità organizzata, dopo la stagione delle bombe e gli assassinii di Falcone e Borsellino. In una lunga e appassionata intervista concessa a Saverio Lodato nel 1999, pochi mesi prima di morire, Buscetta spiega perché l'intreccio fra mafia, politica e istituzioni non è stato sciolto, mentre ripercorre piccole e grandi tappe della propria vita. Il risultato è un j'accuse duro e argomentato nei confronti della classe politica italiana e della nuova omertà, che rischia di condurre ancora una volta nel cono d'ombra dell'indifferenza il più nocivo cancro criminale del nostro Paese.

GENERE
Saggistica
PUBBLICATO
2019
11 giugno
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
224
EDITORE
Mondadori
DIMENSIONE
698.1
KB

Altri libri di Saverio Lodato