• 7,99 €

Descrizione dell’editore

È una primavera strana, indecisa, come l'umore di Guido Guerrieri. Messo all'angolo da una vicenda personale che lo spinge a riflettere sulla propria esistenza, Guido pare chiudersi in sé stesso. Come interlocutore preferito ha il sacco da boxe che pende dal soffitto del suo soggiorno. A smuovere la situazione arriva un cliente fuori del comune: un giudice nel pieno di una folgorante carriera, suo ex compagno di università, sempre primo negli studi e nei concorsi. Si rivolge a lui perché lo difenda dall'accusa di corruzione, la peggiore che possa ricadere su un magistrato. Quasi suo malgrado, Guerrieri si lascia coinvolgere dal caso e a poco a poco perde lucidità, lacerato dalla tensione fra regole formali e coscienza individuale. In un susseguirsi di accadimenti drammatici e squarci comici, ad aiutarlo saranno l'amico poliziotto, Carmelo Tancredi, e un investigatore privato, un personaggio difficile da decifrare: se non altro perché è donna, è bella, è ambigua, e gira con una mazza da baseball. *** «Quando chiudemmo il verbale e l'udienza, lo spiacevole sentore della parola calunnia aleggiava sul procedimento. Tutti sapevamo che in qualche modo sarebbe rimasto lí, e tutti sapevamo che la procura avrebbe dovuto trovare qualcosa di molto solido, se non voleva che quel fascicolo finisse nella discarica delle archiviazioni o dei proscioglimenti».

GENERE
Misteri e gialli
PUBBLICATO
2014
11 novembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
288
EDITORE
Einaudi
DIMENSIONE
666,3
KB

Recensioni dei clienti

Harlock1971 ,

Condivisibile in parte

Il protagonista non è credibile e finisce comunque per commettere il reato di infedele patrocinio. Tradire il cliente non è eroismo sebbene vi siano ottime ragioni.

linosala ,

Ottimo

Un gran ritorno per l'avvocato Guerrieri. Ancora una volta il grande Carofiglio ci stupisce con un libro che merita certamente di essere letto.

Giovanni.Chisari ,

Avvocato

Un gran bel libro

Altri libri di Gianrico Carofiglio