• 4,99 €

Descrizione dell’editore

L’11 febbraio 2013 Joseph Ratzinger, papa Benedetto XVI, cambia la storia della Chiesa comunicando durante il concistoro la sua decisione di “rinunciare al ministero di Vescovo di Roma”. La decisione coglie di sorpresa anche i suoi più stretti collaboratori e sconvolge il mondo intero: dopo Celestino V, che fece il “gran rifiuto” nel Duecento, è il primo Papa che abbandona il soglio pontificio. La scelta di Benedetto XVI è il gesto conclusivo di una stagione di intrighi e veleni, è il segno del tormento interiore di un Papa più incline al lavoro del pensiero che a quello della politica, è il passaggio di testimone di un uomo non più giovane, consapevole che per guidare la Chiesa in questi tempi

burrascosi occorrono energie che lui non

ha più. Ma è anche un atto dalle profonde conseguenze e complesse ragioni politiche, che apre scenari con cui siamo destinati a confrontarci per anni a venire.

Questo libro racconta gli eventi dei giorni della svolta ma soprattutto, attraverso l’analisi delle grandi firme del Corriere della Sera, illustra il bilancio del pontificato, compie un’indagine storica e giornalistica sulle ragioni e i retroscena dell’accaduto,e traccia un percorso per orientarsi nella trama degli sviluppi futuri: il Conclave, le correnti della diplomazia vaticana e il significato delle scelte, le sfide del nuovo papato. Un grande racconto a più voci, un approfondimento utile e autorevole, un libro destinato a restare come preziosa testimonianza di un evento eccezionale.

GENERE
Religione e spiritualità
PUBBLICATO
2013
14 febbraio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
168
EDITORE
Corriere della Sera
DIMENSIONE
514.3
KB

Altri libri di Corriere della Sera, Luigi Accattoli, Luciano Canfora, Aldo Cazzullo, Gian Arturo Ferrari, Massimo Franco, Aldo Grasso, Claudio Magris, Alberto Melloni, Vittorio Messori, Gian Antonio Stella, Armando Torno & Gian Guido Vecchi

Altri libri di questa serie