• 3,99 €

Descrizione dell’editore

Perché alcuni risultano facilmente ben accetti, mentre altri - se va bene - vengono a malapena tollerati? È questione di tecnica, o c’è dietro qualcosa d’altro? Possono essere di aiuto dei “trucchetti” retorici? Certo, c’è chi, con una buona loquela, riesce ad ingannare, ma le cose finiscono male quando viene sbugiardato: perde la credibilità per non recuperarla mai più. Essere ben accetti è collegato ad una comunicazione efficace. Qual è dunque la chiave della buona riuscita? La tesi del libro è che la pietra angolare di ogni collaborazione veramente riuscita si basa sull’acquisire innanzitutto piena consapevolezza della fondamentale capacità umana di stabilire relazioni, sviluppandola poi a cominciare da sé stessi e proseguendo con gli altri più vicini, fino a giungere alle persone e ai mondi più lontani.

Alberto Gil, professore emerito presso l’Università della Saar. Direttore del centro di retorica Rhetorik und Ethos (www.rhethos.de) e di Hermeneutik und Kreativität (hermeneutik-und-kreativitaet. de). Professore di Linguistica e Transculturalità presso la Pontificia Università della Santa Croce di Roma e corresponsabile del centro internazionale di ricerca Retorica e Antropologia con sede a Roma (www.rhetoricandanthropology.net/). Direttore dell’Elis Rhetoric School (Roma). Ricerca, pubblicazioni e insegnamento in linguistica, transculturalità e traduzione, nonché teoria e pratica della comunicazione e retorica. Numerose attività come coach e communication trainer per dirigenti.

GENERE
Professionali e tecnici
PUBBLICATO
2019
24 luglio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
98
EDITORE
EDUSC
DIMENSIONE
788
KB

Altri libri di Alberto Gil