• 3,99 €

Descrizione dell’editore

Il quarto romanzo della Saga di Nocturnia.


    *************************


La Guerra del Buio e' finita. Le Confraternite sono state sconfitte, i loro eserciti sono in rotta e i popoli di Nocturnia sognano un lungo periodo di pace.



Ma Diana cela un terribile segreto, che non ha avuto il coraggio di confidare a nessuno e che le fa temere che la Linea di Sangue possa spezzarsi dopo di lei. Convinta da un sogno profetico a sterminare le Confraternite per bandire il Potere Oscuro da Nocturnia, chiede ai suoi alleati l'ultimo sacrificio.



Gli eventi precipitano verso i confronto finale, ma quando su Nocturnia il Potere Oscuro sembra essere stato definitivamente sconfitto, un'ombra terribile ritorna dal passato.



L'Ascesa del Sire Oscuro

GENERE
Fantascienza e fantasy
PUBBLICATO
2013
1 settembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
285
EDITORE
Stefano Lanciotti
DIMENSIONE
7.3
MB

Recensioni dei clienti

phoenix 95 ,

Consigliato

Bel libro, rispetto ai precedenti capitoli l'autore sembra si sia sforzato di più nel finale, che rappresentava (a mio avviso) la caratteristica negativa dei suoi libri, rendendolo più lungo, evitando così di risolvere la storia in poche pagine e in fretta; potrebbe ancora migliorare ma, ad ogni modo, il libro è molto bello, la storia è scorrevole e avvincente.
Altra cosa dove credo possa migliorare è nella struttura generale del racconto, diviso molto spesso in 3 parti, ognuna delle quali racconta vicende strutturalmente troppo simili.
Ps: viste le qualità dello scrittore non mi aspettavo un errore grossolano come quello tra tom e il figlio di nafar...tom non l'aveva mai potuto vedere nafar, che morì prima che lui tornasse su nocturnia...

Chepallestipseudonimi ,

T

Tg TUTttygttyttTttttyttfyt tthgg

Soldi a terra, se arrivano ,

Lo schema

Come gli altri della saga il libro si lascia leggere ed invoglia a proseguire, ma in questo caso la simmetria della storia è quasi fastidiosa. Quel che accade nei tre scenari narrativi è talmente speculare che ce lo si aspetta.
Peccato perché la storia tiene e l'ambientazione è molto valida.

Altri libri di Stefano Lanciotti

Altri libri di questa serie