• 1,99 €

Descrizione dell’editore

“Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo”
“Le affinità elettive è, di tutti i romanzi di Goethe, il più artisticamente perfetto [...]. Che cos’è l’ ‘affinità elettiva’? Lo chiedo a un vocabolario, e leggo: ‘è la proprietà di alcune sostanze di reagire tra loro formando composti nuovi’. Ci si chiede che cos’abbia a che vedere questo con un romanzo, dove sono in ballo personaggi umani. E la prima sorpresa è questa: che Goethe applica le leggi della chimica, delle scienze naturali, alla psicologia degli esseri umani. [...] Un romanzo positivo? Sì, perché grande opera d’arte, che come tale è positiva sempre; ma non come opera ‘edificante’ (se le opere edificanti possono mai dirsi positive), perché al contrario esso è un libro che turba, che sgomenta, che pone mille interrogativi e non ne risolve alcuno: ma è proprio questa la sua vera e unica positività. [...] Quando leggo Le affinità elettive sento quel sottile tremore ai nervi, metà delizia metà terrore, che pare colga gli animali quando sentono avvicinarsi il terremoto.” (dal saggio introduttivo di Italo Alighiero Chiusano)

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2013
5 giugno
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
336
EDITORE
Feltrinelli Editore
DIMENSIONE
4.6
MB

Altri libri di Johann Wolfgang von Goethe