• 5,99 €

Descrizione dell’editore

La vita di Nievo, a differenza di quella del suo ''ottuagenario'' personaggio narratore, si concluse presto, a 30 anni, nel mar Tirreno, a bordo del piroscafo ''Ercole''. Era il 1861. Partito da Palermo dove aveva raccolto documenti da portare a Torino per smontare la campagna denigratoria contro i garibaldini, Ippolito Nievo era uno dei ''Mille'', aveva combattuto valorosamente e Garibaldi gli aveva affidato la Viceintendenza generale della spedizione, con compiti amministrativi relativi all'equipaggiamento e alla sussistenza del corpo di spedizione. Nel romanzo, uscito postumo nel 1867, si intrecciano il microcosmo del feudo friulano in cui è nato e cresciuto Carlo Altoviti, il narratore e protagonista, con la storia d'Italia dall'epoca napoleonica fino alla vigilia dell'Unità. Niente retorica, molta ironia, molta sperimentazione linguistica e un'indimenticabile storia d'amore fra Carlo e la Pisana.

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2012
6 febbraio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
1,341
EDITORE
Giunti Demetra
DIMENSIONE
2.4
MB

Altri libri di Ippolito Nievo