• 19,99 €

Descrizione dell’editore

L’esegesi di Philip K. Dick è l’ultimo lavoro di un autore che ha dedicato la vita a mettere in discussione la natura della realtà e la sua percezione, la malleabilità dello spazio e del tempo, il rapporto tra l’umano e il divino.

Nel 1974, già noto ai lettori per opere come La svastica sul sole, Ubik e Ma gli androidi sognano pecore elettriche?, Philip K. Dick inizia a vivere intense e laceranti esperienze trascendentali. Da quel momento lo scrittore produce più di ottomila pagine di appunti, scritte sia a macchina che a mano. Lo scopo è quello di documentare il suo tentativo di comprendere quello che lui chiama “2-3-74”, un’esperienza visionaria dell’intero universo “trasformato in dati”.

Tra confessioni intime, sapere esoterico, resoconti onirici e fughe romanzesche, Dick descrive il suo cammino verso il centro di un mistero cosmico che mette alla prova la sua forza d’immaginazione e la sua creatività fino al limite estremo.

 

“E il mondo ha cominciato a parlare, in un vero linguaggio dei segni: in silenzio.”  - Philip K. Dick

 

“Una vasta e calamitosa sequenza di discussioni con l’universo: intensa, spaventosa, grottesca, folgorante. L’esegesi fa parte di quei libri che si è soliti associare a leggende e a uomini folli, ma Dick non era né una leggenda né un folle. Ha vissuto in mezzo a noi, ed è stato un genio.” - Jonathan Lethem

GENERE
Fantascienza e fantasy
PUBBLICATO
2015
25 novembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
1.744
EDITORE
Fanucci Ediotre
DIMENSIONE
7,9
MB

Altri libri di Philip K. Dick