• 7,99 €

Descrizione dell’editore

Quando questo romanzo distopico e profetico è stato pubblicato per la prima volta, all’inizio del 2005, molte delle cose che vi sono descritte erano pura fantascienza. Il ruolo invasivo di internet, il dilagare delle fake news, il consenso politico costruito attraverso i sondaggi e la manipolazione di massa, il ritorno in auge del nazismo in Europa sembravano solo paure nella mente dell’autore. Letta oggi, l’opera non ha perso niente della sua attualità: semmai è il nostro presente che ha finito per adeguarvisi.
La storia comincia quando il cinquantenne Alberto Mendini, brillante pubblicitario caduto in disgrazia, riceve da Enrica Martinelli, giovane assessore alla Cultura di un’immaginaria regione del Nord-Est, la proposta di organizzare una campagna per l’anno dell’identità celtica. Dato che i Celti in quella regione non ci sono mai stati, è un incarico tutt’altro che facile, oltre che non in linea con le idee politiche del pubblicitario. Ma i 150.000 euro che gli vengono proposti sono un’offerta che Alberto, purtroppo, non può rifiutare, non se intende mantenere il suo tenore di vita e la sua famiglia da dépliant promozionale. Ha così inizio una scorribanda letteraria in un paese e in un’Europa che qualcuno, da fuori, intende smantellare per far posto a un progetto politico secessionista di estrema destra. Fra colpi di scena continui e stupefacenti rivelazioni, fra delitti e retroscena svelati, il progetto va avanti, coinvolgendo nuovi personaggi e storie, fino a travolgere tutto e tutti come un titanico rullo compressore. Un libro che non ha avuto bisogno di aggiornamenti, perché ad aggiornarsi è stata la realtà.

GENERE
Misteri e gialli
PUBBLICATO
2020
16 gennaio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
496
EDITORE
Marsilio
DIMENSIONE
4.4
MB

Altri libri di Tullio Avoledo