• 6,99 €

Descrizione dell’editore

Ma chi l’ha detto che la matematica è una materia noiosa, arida, difficile, astratta? Renderla divertente, stimolante, piena di fascino e persino poetica è lo scopo di questa raccolta di «storie matematiche» che si propone di spiegare ai non adepti problemi fondamentali e non dell’universo matematico e logico.
Due pagine per affrontare ogni argomento: si parte dal funzionamento dell’abaco per arrivare al calcolo delle probabilità, passando per il teorema di Fermat, il paradosso di Achille e la tartaruga, l’antinomia di Russell, le bolle di sapone, la quadratura del cerchio e i solidi platonici. E Beutelspacher non dimentica, con un tocco di umorismo, di mettere in luce anche alcuni limiti e testardaggini inutili della matematica come il laborioso tentativo di dimostrare quale sia la disposizione migliore per una catasta di arance, cosa che tutti i fruttivendoli sanno dalla notte dei tempi. Piccoli assaggi di «pensiero» logico e matematico per tutti i palati.

GENERE
Scienza e natura
PUBBLICATO
2010
16 ottobre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
130
EDITORE
Ponte alle Grazie
DIMENSIONE
569.9
KB

Altri libri di Albrecht Beutelspacher