• 4,99 €

Descrizione dell’editore

Una donna, ormai anziana, mostra i primi segni della malattia che le toglie i ricordi, l’identità, il senso stesso dell’esistenza. È tempo per la figlia di prendersi cura di lei e aiutarla a ricostruire la sua storia, la loro storia. Inizia così il racconto quotidiano di piccoli e grandi avvenimenti, a partire dalla nascita della mamma, Esperia, e delle sue cinque sorelle, nate da un reduce tornato comunista dalla Grande Guerra e da una contadina dritta ed elegante, malgrado le fatiche della campagna, degli animali e della casa. I fili delle loro esistenze si svolgono dagli anni Quaranta fino ai nostri giorni, in un Abruzzo “luminoso e aspro”, che affiora tra le pagine quasi fosse una terra mitologica e lontana. Giorno dopo giorno sfilano i personaggi della famiglia, gli abitanti del piccolo paesino ancora senza acqua né luce; personaggi talmente legati a una terra avara, da tollerare a malapena trasferimenti a breve distanza – la ricerca di un lavoro, l’occasione di poter frequentare una scuola “in città” – partenze che si trasformano in vere emigrazioni con il solo scopo del ritorno. Sono ricordi dolcissimi e crudeli, pieni di vita e di verità, che ricostruiscono la storia di un rapporto e di un’Italia apparentemente così lontana eppure ancora presente nella storia di ognuno di noi.

GENERE
Narrativa e letteratura
PUBBLICATO
2011
7 gennaio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
179
EDITORE
Elliot
DIMENSIONE
1.5
MB

Recensioni dei clienti

Achille Olivieri ,

Appassionante, coinvolgente, scorrevole

Un libro bellissimo che riporta agli usi, al linguaggio, di un tempo relativamente lontano. Da leggere 📖

Che pallet ,

Mia madre é un fiume

Ho letto questo libro sulla scia dell'Arminuta.
Per quanto gradevole la storia non c'è paragone sul tipo di scrittura dei due romanzi. Quella di questo libro é troppo e volutamente
Criptica. A cominciare dalla libertà sulla punteggiatura che pochi si possono permettere.

Altri libri di Donatella Di Pietrantonio