• 5,99 €

Descrizione dell’editore

Il testo
In questo libro risuonano il celebre detto di Paul Valery, «arricchiamoci delle nostre reciproche differenze», e il motto rivoluzionario «Liberté égalité fraternité». Charles Gardou non soltanto invita il lettore a riflettere su una tematica tristemente attuale, le difficoltà e discriminazioni cui la persona disabile è soggetta, ma lancia una vera e propria sfida alla società contemporanea, che potrà definirsi democratica solo se si sarà preoccupata di tutelare i diritti fondamentali di tutti i cittadini e non avrà relegato le minoranze ai margini della vita della collettività. Il volume si inserisce nel dibattito internazionale sui diritti di cittadinanza del disabile e richiama all'importanza di una radicale azione sulla mentalità odierna: il primo passo verso una compiuta società inclusiva risiede infatti nell'educazione al riconoscimento e all'accettazione della diversità e varietà dell'essere umano. Il testo, con uno stile diretto e di forte impatto emotivo, oltre a descrivere il vissuto di tanti disabili adulti anonimi, ripercorre racconti e aneddoti di importanti personalità storiche del mondo dell'arte e della cultura, che dimostrano come la fragilità e la stessa malattia possano in determinate condizioni relazionali e ambientali diventare un punto di forza e una risorsa creativa per l'intera collettività. Un libro decisamente utile a tutti gli operatori dell'accompagnamento, della cura e dell'educazione che si occupano in particolar modo di disabilità complesse adulte.

GENERE
Professionali e tecnici
PUBBLICATO
2015
18 maggio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
96
EDITORE
MONDADORI EDUCATION
DIMENSIONE
1.3
MB

Altri libri di Charles Gardou