• 6,99 €

Descrizione dell’editore

IN APPENDICE

COMPENDIO DI ILIADE E ODISSEA E FRAMMENTI dalla “Repubblica” e dalle “Leggi” di Platone, dalla “Politica” di Aristotele.


Le storie non vivono mai solitarie: sono rami di un albero, che bisogna risalire all'indietro e in avanti. E fra le radici di questo albero di storie è facile, secondo l'autore, individuare noi stessi, ripensare il passato per delineare futuri. La fine è annodata all'inizio. Il nostro punto di partenza è contiguo al nostro punto di arrivo: è il sigillo della circolarità.

Da quando i nostri progenitori, giunti in Asia, abbatterono la città di Priamo non è cessata la contesa tra Oriente e Occidente.

La peculiarità di questo breve saggio di antropologia e sociologia storica va oltre questa evidenza per azzardare un'ipotesi: da “quell'angusto lembo di terra specchiato su incanti marini” ci viene solo l'eredità della poesia e il primo culto dell'umanità come vita dello spirito e della ragione, o si configura, su scala minuscola, l'anticipazione, come in laboratorio, di tutte le dinamiche storiche dell'intero Occidente, con i processi di differenziazione e conflittualità che lo hanno caratterizzato, dopo il crollo dell'Impero romano? 

Il compendio delle opere omeriche e i frammenti filosofici scelti risultano strettamente complementari al saggio, poiché aiutano a definire con maggiore precisione la riflessione visionaria dell'autore: «l'essere eredi di un'umanità che entrando nel tempo storico, cerca di creare la Civiltà come limite all'affermarsi violento dell'uomo».

GENERE
Politica e attualità
PUBBLICATO
2018
19 febbraio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
290
EDITORE
Simonelli Editore
DIMENSIONE
944.8
KB

Altri libri di Tommaso Basileo