• 9,99 €

Descrizione dell’editore

In questo suo capolavoro, appassionato e struggente per la capacità di indagare i recessi dell’anima, Yehoshua Kenaz segue le vicende di un gruppo di giovani soldati durante il periodo di addestramento. Sono ragazzi affetti da lievi problemi fisici ai quali sono riservate esercitazioni meno pesanti perché non sono destinati a diventare combattenti armati. E, tuttavia, le umiliazioni, le fatiche, la sollecitazione a superare ogni proprio limite a prezzo dei sacrifici e delle disillusioni che la vita militare comporta li condurranno alla perdita dell’innocenza e della purezza con cui avevano varcato il cancello della base di addestramento. Ambientato nell’Israele degli anni ’50, pochi anni dopo la fondazione dello Stato, Non temere e non sperare è un grandioso affresco della nazione che nasce, con tutte le sue contraddizioni, le diversità non amalgamate e le speranze condivise. I cuori dei giovani soldati battono per i timori e le aspettative per il futuro del proprio paese ma, prima ancora, palpitano per i sogni, le incertezze, le paure, le passioni di ogni ragazzo che sta per diventare uomo. [L'Autore]Yehoshua Kenaz è considerato uno dei più grandi scrittori israeliani. Nato a Petach Tikva nel 1937, ha studiato filosofia all’Università Ebraica di Gerusalemme e letteratura francese alla Sorbona. È autore di romanzi e racconti tradotti in tutto il mondo. Per la Giuntina ha pubblicato La grande donna dei sogni, Voci di muto amore, Ripristinando antichi amori, Momento musicale e Appartamento con ingresso nel cortile.

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2013
20 novembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
100
EDITORE
Giuntina
DIMENSIONE
1.1
MB

Recensioni dei clienti

Strongreader ,

Capolavoro

Un romanzo esistenziale e un grande affresco sulla formazione di un paese. Ma prima di tutto alta letteratura che riesce a carpire e descrivere le trasformazioni interiori dei giovani protagonisti nel passaggio dall'età adolescenziale all'età adulta, con tutti i traumi che questo comporta. A tratti poetico, è anche percorso da temi di grande interesse come le dinamiche di gruppo, il rapporto tra individuo e collettività e la domanda se per sopravvivere a situazioni estreme conviene obbedire alle regole o crearsene delle proprie. Tra i libri più belli letti nel 2013.

Altri libri di Yehoshua Kenaz