• 2,99 €

Descrizione dell’editore

Sorta di diario in pubblico, le Satire di Ariosto sono un capolavoro di ironia e arguzia, la rivoluzionaria riproposta di un genere nobile e antico.
Scritta nell'arco di nove anni, questa piccola raccolta coincide con un periodo non particolarmente felice della vita di Ariosto, costretto dopo aver rotto i rapporti col suo protettore, il cardinale Ippolito d'Este, a ricoprire il ruolo di governatore in una regione allora selvaggia come la Garfagnana. Ma l'amarezza da cui le Satire nascono si trasforma nei suoi versi in favola, riflessione morale, conversazione bonaria: in uno dei monumenti, insomma, dell'umanesimo cinquecentesco. Arricchiscono questa edizione la ricca introduzione e l'attento commento di Guido Davico Bonino.

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2012
4 dicembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
119
EDITORE
BUR
DIMENSIONE
614.9
KB

Altri libri di Ludovico Ariosto