• 6,99 €

Descrizione dell’editore

“Un manuale del perfetto viaggiatore: serve a viaggiare bene nella vita” la Repubblica

Non ingombrare, non essere ingombranti: è l’unica prospettiva che si possa contare fra quelle positive, efficaci, forse anche moralmente e politicamente buone. Gabriele Romagnoli ha avuto modo di pensarci in Corea, mentre era virtualmente morto, chiuso in una cassa di legno, per un bizzarro rito-esperimento. Nel silenzio claustrofobico di quella bara, con addosso solo una vestaglia senza tasche (perché, come si dice a Napoli, “l’ultimo vestito è senza tasche”), arrivano le storie, le riflessioni, i pensieri ossessivi che hanno a che fare con la moderazione. Il bagaglio a mano, per esempio. Un bagaglio che chiede l’indispensabile, e dunque, chiedendo di scegliere, mette in moto una critica del possibile. Un bagaglio che impone di selezionare un vestito multiuso, un accessorio funzionale, persino un colore non invadente. Il bagaglio del grande viaggiatore diventa metafora di un modello di esistenza che vede nel “perdere” una forma di ricchezza, che sollecita l’affrancamento dai bisogni, che non teme la privazione del “senza”. Viaggiare leggeri. Essere leggeri. Vivere leggeri. Gabriele Romagnoli centra uno dei temi decisivi della società contemporanea e della sopravvivenza globale e scrive una delle sue opere più saporite, il racconto di una rinascita, di un risveglio. Senza magniloquenza. Senza arroganza. Senza.

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2017
12 gennaio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
96
EDITORE
Feltrinelli Editore
DIMENSIONE
356.4
KB

Recensioni dei clienti

franted ,

Solo bagaglio a mano

L’autore vuole farci entrare nella sua esperienza di morte e rinascita che si nutre di mini racconti di altre vite e di altre morti. L’obiettivo che è bel titolo è dare un consiglio: per vivere al meglio è indispensabile liberarsi del superfluo, essere leggeri in altre parole portare con sè solo un bagaglio a mano. Per farlo non servono traumi come la morte di una persona cara, la perdita del lavoro, del denaro, della casa. Basta volerlo. E l’autore ci regala i suoi consigli per farlo. Ben scritto anche se a volte con citazioni un po’ scontate ma non banali. Ottimo compagno di viaggio e forse anche un libro mantra per meditare. Francesca Tedeschi

Altri libri di Gabriele Romagnoli