• 4,99 €

Descrizione dell’editore

“Oltre ad essere cristiani, per cui dovremo render conto a Dio della nostra vita, siamo anche vescovi, e quindi dovremo rendergli conto anche del nostro ministero.” Nel dialogo quotidiano con i fedeli e nei rapporti epistolari, Agostino ha elaborato un pensiero articolato sul sacerdozio, i compiti, le responsabilità personali e comunitarie dei ministri di Dio e della Chiesa. Ne emergono la franchezza e la durezza con cui il vescovo affronta temi scomodi, primo fra tutti quello della responsabilità dei pastori che si occupano più di se stessi che delle proprie pecore; ma anche l’apertura e la generosità con cui persegue il coinvolgimento di ogni fedele nell’unità della Chiesa. La forza delle riflessioni di Agostino sgorga anzitutto dalle sue coerenti e sofferte scelte personali, da una testimonianza che fu esperienza e non solo messaggio. Agostino parla e agisce da vescovo intrecciando continuamente l’esperienza concreta e la dottrina: è metafisico e profondo psicologo, dialettico e poeta, fedele alla tradizione e indagatore ardito, uomo di pensiero ma anche di azione, grande scrittore e abile oratore, instancabile nell’annuncio.

GENERE
Religione e spiritualità
PUBBLICATO
2014
4 luglio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
332
EDITORE
Corriere della Sera
DIMENSIONE
1.3
MB

Altri libri di Agostino