• 4,99 €

Descrizione dell’editore

Con l’introduzione del digitale terrestre e delle pay tv, la televisione sta vivendo una trasformazione epocale. Anche il modo di guardare la tv sta cambiando rapidamente. Non è più il tempo dell’utente passivo: il pubblico cerca sempre di più un prodotto su misura, che spesso paga, in un certo senso confezionando da sé il palinsesto che preferisce. Se «il medium è il messaggio», ogni medium produce contenuti propri e risponde in maniera originale alle esigenze della società. Nel caso della televisione vale anche il contrario: la società stessa viene, sempre di più, condizionata a sua volta dal mezzo televisivo. Nella nostra storia siamo così passati da una televisione di classe, specchio di un’élite del paese, a una televisione ritagliata attorno al consenso esclusivo ed escludente della maggioranza, per arrivare oggi a una tv sempre più attenta alla moltitudine, la nuova società plurale nella quale siamo immersi. Di questi mutamenti della tv e delle loro profonde ricadute sulla realtà italiana, Carlo Freccero parla in modo illuminante e provocatorio, in un libro denso di idee e di contenuti.

GENERE
Arte e intrattenimento
PUBBLICATO
2013
7 febbraio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
172
EDITORE
Bollati Boringhieri
DIMENSIONE
516.5
KB

Recensioni dei clienti

new24 ,

Si legge bene...

E' un buon saggio sulla televisione. Sicuramente una buona televisione crea anche buoni cittadini!

tinto ,

Analisi Illuminante

difficile aggiungere qualcosa dipu’ rispetto all’analisi illuminante e circostanziata che si dipana in queste pagine, una vera boccata di aria fresca,
grande rispetto per lo scrittore e un grazie di cuore per il prezioso aiuto nella presente caotica disinformazione dilagante

Altri libri di Carlo Freccero