• 0,99 €

Descrizione dell’editore

«Questo libro è il degno erede del bestseller La ragazza del treno.»


Alice non ha mai del tutto accettato che il marito sia stato un donnaiolo prima di sposarla. Ormai le sue avventure sono acqua passata, eppure lei non riesce a liberarsi di un’ossessione: vuole saperne di più sul passato di George. Soprattutto su una donna in particolare: si tratta di una studentessa che George frequentava ai tempi dell’università e che scomparve misteriosamente prima di terminare l’ultimo anno: Ruth Walker. Quando poi incontra per caso una donna che assomiglia a Ruth, comincia a nutrire l’inquietante sensazione che ci sia una verità diversa da quella che le ha raccontato George. Ma scavare nel passato di suo marito potrebbe significare inoltrarsi in una fitta rete di bugie più pericolosa di quanto Alice avrebbe mai potuto immaginare.

Il thriller psicologico dell’anno


Era giovane 

Era perfetta

Ma è scomparsa


«Il degno erede del bestseller La ragazza del treno: una prosa perfetta e un finale che lascerà i lettori a bocca aperta. Avviso per la salute: questo libro crea una forte dipendenza.»
Observer


«Un mistero che appassiona e costringe il lettore a fare mille congetture. Assolutamente consigliato, non riuscivo a smettere di leggere.»
Lauren North

Nicola Rayner

è nata ad Abergavenny, nel sud del Galles, e lavora come giornalista freelance, specializzata in danza e viaggi. Un marito quasi perfetto, il suo romanzo d’esordio, si è classificato al secondo posto al Cheltenham First Novel Competition nel 2018. Vive a Londra.

GENERE
Misteri e gialli
PUBBLICATO
2019
26 settembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
369
EDITORE
Newton Compton editori
DIMENSIONE
1.7
MB

Recensioni dei clienti

Mick77mi ,

Bello ma

Sarà che é il secondo libro in poco tempo che leggo e finisce con un finale che risolve una questione su dieci. Bello ben scritto, ma la fine un po' troppo secca.

Matteo.no ,

Noia

Nulla di speciale.

Fulvia51 ,

Un marito quasi perfetto

A parte l’eccesso di alcool in ogni pagina del libro, è troppo lungo e a volte ripetitivo.
Mi è sembrato un po’ stiracchiato. Molto meglio La ragazza del treno

Altri libri di Nicola Rayner