Viva più che mai

    • 3,8 • 21 valutazioni
    • 8,99 €
    • 8,99 €

Descrizione dell’editore

«Vitali scrive libri che vanno giù che è un piacere.»
«Corriere della Sera – Brescia» - Nino Dolfo

«Vitali scrive libri che vanno giù che è un piacere.»
Corriere della Sera Brescia - Nino Dolfo

Dubbio è il soprannome che hanno dato a Ernesto Livera, e si addice bene alla sua indole un po’ tentennante. Di solito, infatti, l’Ernesto si lascia prendere dall’indecisione. Una certezza, però, l’ha molto chiara: dai carabinieri è meglio stare alla larga. Perché di «mestiere» fa il contrabbandiere. Avrebbe fatto altro nella vita, ma tant’è, ora campa traghettando stecche di sigarette dalla Svizzera, magari di notte, con una barchetta a motore, bep-bep-bep. E proprio stanotte, con la prua della barchetta, ha urtato il cadavere di una donna. L’ha tirato a riva, poi è andato a chiamare un suo cliente fidato, il medico di Bellano, il dottor Lonati, perché, appunto, lui dai carabinieri preferisce non presentarsi. Ma il mattino dopo, alla riva, il cadavere non si trova più. Eppure Ernesto l’ha visto bene, anche se adesso gli sorge il... dubbio di esserselo sognato. E il dottor Lonati lo sa che Ernesto soffre di questo tipo di allucinazioni fin da quando era un ragazzino. Forse dovrebbe cercarsi un lavoro più regolare. E magari una fidanzata. Il lago però non mente; nasconde segreti inconfessabili, e quando decide che è il momento di rivelarli, non ci sono dubbi che tengano. Viva più che mai racconta una storia sorprendente e misteriosa. Tra ganassate di paese, coincidenze impensabili e colpi di scena, Andrea Vitali scioglie una matassa che ingarbuglia il presente con il passato, la riva di qui con quella di là del lago di Como, fino a chiarire la verità dei fatti. Una verità che però...

GENERE
Misteri e gialli
PUBBLICATO
2016
3 novembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
548
EDITORE
Garzanti
DIMENSIONE
1,9
MB

Recensioni dei clienti

Rorò ,

Magnifico ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Andrea Vitali è unico ! Saper unire all'ironia anche il mistero ...è unico 👏🏻👏🏻

unaironeblu ,

Il peggiore

Tra "Olive comprese" e questo, c'è un abisso. Quattrocento e più pagine di niente, più di centodieci personaggi dai consueti nomi improbabili, che fai fatica a tenere a mente. Capitoli di una pagina, che si rincorrono l'un con l'altro, saltando di palo in frasca e riprendendo il filo solo quando ormai hai quasi dimenticato dove avevi lasciato il personaggio in questione. Dovresti leggerlo tutto d'un fiato per ricordare la trama, ma non lo puoi fare perché è dannatamente noioso. Il peggior Vitali di sempre. Quando un autore non ha più voglia di raccontare storie dovrebbe smettere, evitando ti rovinarsi la reputazione.

Altri libri di Andrea Vitali

2011
2014
2014
2011
2011
2014