• 2,99 €

Descrizione dell’editore

Leonardo sale in cima a un grattacielo per farla finita ma, mentre cambia idea, cade comunque. Si risveglia in uno strano luogo che assomiglia a un inferno, dove viene costretto a consegnare l'anima della persona più cara che ha, Anabel, la quale viene subito presa in pegno e relegata in un luogo chiamato "Fossa".
Nell'esplorare questi luoghi apparentemente eterni, entrambi attraverseranno le loro debolezze e parte del loro passato, alla ricerca dell'altro e del motivo per cui esiste questo luogo di dolore. Una potente, cruda e visionaria riflessione sull'amore, il perdono e i limiti della mente umana.

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2016
2 marzo
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
217
EDITORE
Severino Cirillo
DIMENSIONE
5.3
MB

Recensioni dei clienti

Mario Andrea ,

L'Inferno di Leonardo e Anabel

3 stelline che andrebbero lette come 3,5. Voto in decimi: 7.

Seguiamo i protagonisti in un inferno in cui tutto è allegoria delle esperienze passate. Tutto ruota intorno ai loro ricordi, ancora vividi nella memoria o sbiaditi dal tempo.
Un inferno, il loro, che incanta con la bellezza senz'anima, fittizia, e che annienta col dolore della paura, degli sbagli, dello smarrimento.
Leo e Anabel si perdono nei loro tormenti per trovare la verità per non soffrire più, per dare un senso alla loro esistenza.
Un solo viaggio raccontato parallelamente da due vite distinte ma profondamente legate tra loro. Questa è la struttura narrativa innovativa e accattivante dell' inferno di Severino Cirillo.
Dove puoi vedere quello che vuoi vedere e ritrovare lati di te che avevi perduto per capire chi sei veramente e chi sceglierai di non essere più.
Dove devi affrontare le tue stesse illusioni e accettare con maturità e serenità la fine dei tuoi giorni sulla Terra. Imparare che tutto ha un inizio e una fine.

Un 7 bello pieno per un romanzo strutturato in modo nuovo e curioso con messaggi importanti e affatto banali. Soprattutto in un mondo come quello dei nostri giorni. Un appunto soltanto, per uno stile a tratti,forse, troppo spontaneo e qualche piccolo errore ortografico.
Imperfezioni accettabili dal momento che "Vuoto Infernale" è appena la seconda opera di questo giovane autore, il quale avrà tutto il tempo per affinare le proprie abilità.
La passione per la scrittura si legge e si sente. Noi gli auguriamo di cuore che lo possa condurre lontano, fin dove lui vorrà.

Altri libri di Severino Cirillo