• $139.00

Descripción de editorial

Nel libro si analizzano i reperti provenienti dalla collezione del conte Ignazio Alessandro Cozio di Salabue, grande collezionista ed esperto di strumenti ad arco che, alla morte di Antonio Stradivari, acquisì dagli eredi oltre ad un certo numero di violini anche forme, disegni e attrezzi vari che si trovavano nella bottega del liutaio cremonese dopo la sua morte. La collezione giunge nel 1930 alla città di Cremona. 

la ricerca si prefigge lo scopo di individuare i reperti la cui scrittura possa essere attribuita alla mano di Antonio Stradivari.

GÉNERO
Arte y espectáculo
PUBLICADO
2009
marzo 4
LENGUAJE
IT
Italiano
EXTENSIÓN
48
Páginas
EDITORIAL
Cremonabooks
VENDEDOR
Cremonabooks
TAMAÑO
7.1
MB

Más libros de Marco D'Agostino