• € 2,99

Beschrijving uitgever

... perche per lui, per me, per gli altri della nostra generazione e della nostra vocazione, il cinema era allora tutto. Tutto. Leonardo Sciascia Il primo problema che ci si trova ad affrontare quando ci si dedica alla comprensione dell'opera di Giuseppe Tornatore e la posizione di totale e intransigente rifiuto che la critica italiana ha assunto nei suoi confronti. Crediamo valga la pena, al riguardo, raccontare un episodio al quale ci e capitato di assistere personalmente alcuni anni fa. Il luogo e la sede di una delle riviste italiane di cinema piu antiche e prestigiose. Parliamo del mensile Cineforum, che ogni anno convoca tutti i redattori e collaboratori per un paio di giorni di confronto sugli obiettivi e la linea. Il luogo, dunque, e una sala popolata da una trentina di persone, tutti critici cinematografici, qualcuno docente, qualcuno cineasta, qualcuno semplice cinefilo, tutti di cultura, eta, gusti e passioni differenti. Si discute sui vari autori e talvolta viene citato Tornatore, sempre come emblema di un cinema deleterio. Ad un certo punto, un giovane redattore (il cui nome, per la cronaca, e Anton Giulio Mancino) ha lo scandaloso coraggio di affermare che, a suo avviso, Giuseppe Tornatore e un buon regista. Subito, una platea fin li democraticamente aperta a qualsiasi giudizio su qualsiasi autore, si ricompatta in una nota di immediato e disgustato rifiuto all'idea che Tornatore possa essere considerato un regista e, tantomeno, un buon regista.

GENRE
Professioneel en technisch
UITGEGEVEN
1999
1 januari
TAAL
EN
Engels
LENGTE
21
Pagina's
UITGEVER
Annali d'Italianistica, Inc.
GROOTTE
173,4
kB

Meer boeken van Annali d'Italianistica