La censura in psicanalisi

Dalla censura conservativa alla censura innovativa

    • S/ 17.90
    • S/ 17.90

Descripción editorial

Posto che un’attività di censura è necessaria per salvaguardare la qualità di ogni produzione scientifico-letteraria, la contrapposizione tra censura conservativa e censura innovativa, proposta in questo libro, discende, rispettivamente, dalla contrapposizione tra due organizzazioni del sapere: la dottrinaria, dogmatica e inconfutabile, e la scientifica, congetturale e falsificabile.
La loro differenza teorica ha una contropartita politica. La censura conservativa è tipica dei collettivi di pensiero autoritari, dove vige l’insegnamento ex cathedra, calato dall’alto in modalità verticistica. La censura innovativa è possibile in contesti dove vige un legame epistemico orizzontale; ognuno è supposto sapere qualcosa che l’altro non sa e nello scambio epistemico di reciproca corroborazione, che non esclude la confutazione e la produzione di controesempi, progredisce il sapere comune.
Sin dalle origini la psicanalisi ha adottato il modello cattedratico come il più adatto a difendere integrità e autonomia professionali dello psicanalista. È possibile passare a un modello democratico di libero scambio del sapere intorno alle grandi intuizioni freudiane?

GÉNERO
Salud, mente y cuerpo
PUBLICADO
2015
7 de julio
IDIOMA
IT
Italiano
EXTENSIÓN
46
Páginas
EDITORIAL
Polimnia Digital Editions
VENTAS
StreetLib Srl
TAMAÑO
244.9
KB

Más libros de Antonello Sciacchitano

2019
2017
2014

Otros libros de esta serie

2016
2016
2016
2017
2019
2017