• $4.99

Publisher Description

Vi è mai capitato di fare una seduta spiritica e costringere per errore un demone a sposarvi? No? Solo a me? Diamine.

ll matrimonio è la mia idea di inferno, almeno fino a quando un demone anche troppo fico non si presenta nel mio appartamento e mi trascina all'inferno, quello vero - nelle vesti di sua moglie.

Onestamente, preferirei farmi devitalizzare un dente senza anestesia piuttosto che sposare qualcuno, tantomeno un demone musone - per quanto dannatamente attraente egli sia. Ma sono vincolata dal contratto che la Stupida Me Stessa Adolescente ha stipulato con Azazel quando l'ho evocato per sbaglio e l'ho costretto al matrimonio, da consumarsi qualora fossi arrivata ai venticinque anni ancora single.

Io me n'ero completamente dimenticata.

Lui no.

E ora è venuto a prendermi.

Nessuno di noi è entusiasta di questo matrimonio di sconvenienza, ma quello che io detesto ancora di più dell'idea di essere sposata... è essere ignorata. Per cui, quando Azazel decide di parcheggiarmi lontano dagli occhi e dal cuore, dall'altra parte della sua tenuta all'inferno, lo scopo della mia ora eterna vita diventa dargli quanto più fastidio possibile.

È tutto un gioco fino a quando io non trovo un'anima che non dovrebbe essere all'inferno, cado di testa nel bel mezzo di una faida familiare demoniaca... e gli sfottò fra me e Azazel diventano così spinti da rischiare di consumarmi.

All'inferno e contenti è il primo volume di una nuova serie romance paranormale della premiata autrice Nadine Mutas. La serie segue la stessa eroina, Zoe, per diversi libri, e racconta la sua storia d'amore con Azazel e le sue avventure all'inferno (e oltre), ma questo primo volume NON si chiude con un finale in sospeso.

Se amate le storie divertenti, in cui i nemici diventano amanti e che sono abbastanza bollenti da bruciare le pagine, non perdetevi questo libro!

GENRE
Romance
RELEASED
2021
April 16
LANGUAGE
IT
Italian
LENGTH
478
Pages
PUBLISHER
Nadine Mutas
SELLER
Draft2Digital, LLC
SIZE
725.5
KB

More Books by Nadine Mutas & Ernesto Pavan