• $13.99

Publisher Description

Il volume riprende la monografia Per una pedagogia “di confine” dell’autore, approfondendo una serie di relazioni pedagogiche, dal livello epistemologico del rapporto della pedagogia con altre discipline, al livello teorico dell’apprendimento “lungo il corso della vita”, fino a quello metodologico delle relazioni ricercatore/educatore, docente/studente, learner in situazione individuale/cooperativa. Da questa angolatura l’autore privilegia il contributo antropologico-culturale all’integrazione degli interventi educativi, facendo proprie metodologie comunicative ed interattive per la qualificazione degli apprendimenti e delle competenze nei processi formativi. Il volume è un contributo per la formazione pedagogica di base degli studenti delle lauree socio-sanitarie e delle altre lauree che preparano educatori e formatori.

Carlo Orefice è docente ricercatore in Pedagogia generale e sociale presso la Scuola di Scienze della Salute Umana dell’Università di Firenze. Si occupa di formazione alle
professioni mediche e della salute, ponendo particolare attenzione alle antropologie del corpo e dell’esperienza di malattia, all’interno del Laboratorio di Medical Education
anche attraverso progetti di ricerca europea. Tra le sue pubblicazioni più recenti si segnala Per una pedagogia “di confine”. Decifrare differenze, costruire professionalità (Milano, 2013).

GENRE
Nonfiction
RELEASED
2013
December 28
LANGUAGE
IT
Italian
LENGTH
92
Pages
PUBLISHER
Firenze University Press
SELLER
StreetLib Srl
SIZE
563.3
KB