• 8,99 €

Descrizione dell’editore

È difficile immaginare di leggere questo libro senza una matita e un taccuino a portata di mano. Perché il gioco linguistico, come la risata, è contagioso. E ciascuno potrà aggiungervi il proprio. Se Il fagiano Jonathan Livingstone (nel gioco sui titoli dei libri «meno ambiziosi») vi pare offensivo, che dire di Un'email di Jacopo Ortis, o del Bulgakov degradato a Il supplente e Margherita? Se invece amate il cinema si può cominciare col Fellini dimezzato di Quattro piú. Su Twitter è anche nata una variante mescolando il titolo di diversi film, come nel capolavoro mai girato Tre metri sopra il cielo sopra Berlino o nell'ambiguo Un borghese piccolo piccolo grande uomo. Se si aggiunge una definizione si può rischiare con «Ti boccia già all'appello: Fotte prima degli esami». E per i piú esperti, si continua con i tautogrammi, i falsi prefissi, i palindromi, gli acrostici, i falsi derivati, le parodie. Il mondo si deforma, perde per un attimo la sua identità, e di fronte a noi se ne spalanca uno parallelo, un po' sghembo, assurdo, sorprendente, che prende forma nel nostro taccuino.

***

E ora, in ordine sparso, ecco alcuni fotogrammi:

ANCHE PRINCIPI E PRINCIPESSE INCANUTISCONO
...E vissero felici e con tinte.

***

IL CUOCO HA AVUTO LA PEGGIO NELLA ZUFFA
L'inguine al pesto.

***

LA CUGINA SPAGNOLA DI SHREK
Garcia l'Orca.

***

RITIRATA STRATEGICA
La strategia del bagno.

***

IL MOSCHETTIERE ILLUMINATO
Siddhartagnan.

***

NON CAPISCI DOVE ESATTAMENTE TI PRUDE?
Gratta, evinci.

GENERE
Arte e intrattenimento
PUBBLICATO
2012
13 novembre
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
224
EDITORE
Einaudi
DIMENSIONE
559.4
KB

Altri libri di Stefano Bartezzaghi