• 1,49 €

Descrizione dell’editore

Nello scompartimento di un treno che viaggia nella notte, un uomo, spinto da un irrefrenabile bisogno di confessarsi, racconta all'anonima voce narrante di come, accecato dalla gelosia, sia arrivato a uccidere la moglie, sospettata di tradirlo con un violinista. Attraverso questo racconto, pubblicato nel 1891 e che fece subito scandalo, Tolstoj mette sotto accusa l'immoralità del matrimonio borghese, fondato sulla convenienza e sulla passione fisica e quindi ''naturalmente'' destinato a trasformarsi nell'inferno della menzogna, dell'odio reciproco e del tradimento.

GENERE
Fiction e letteratura
PUBBLICATO
2010
11 maggio
LINGUA
IT
Italiano
PAGINE
157
EDITORE
Giunti
DIMENSIONE
1.7
MB

Altri libri di Lev Tolstòj & Lev Nikolaevic Tolstoj